MANI PULITE: TELEPROMOZIONI, TERMINATO INTERROGATORIO BAUDO
MANI PULITE: TELEPROMOZIONI, TERMINATO INTERROGATORIO BAUDO

Milano, 17 ott. (Adnkronos) - ''Mi sono presentato spontaneamente per spiegare alla dottoressa Giovanna Ichino il regolamento sul 'travaso' dei cantanti da Castrocaro a Sanremo''. Sorridente, giacca blu, gile' giallo, leggermente abbronzato, Pippo Baudo spiega ai giornalisti che da due ore e mezzo lo attendono fuori dall'ufficio del magistrato i motivi del nuovo, improvviso interrogatorio al quale si e' sottoposto.

Sulle inchieste in corso alla procura di Milano che lo vedono indagato, Pippo Baudo preferisce non dire piu' di tanto. A chi gli ricorda come Mara Venier si e' sentita amareggiata dal fatto di non aver ricevuto la solidarieta' che si aspettava, il presentatore risponde: ''non ci si puo' aspettare che una azienda grossa come la Rai, con tutti i problemi che sta attraversando, faccia un convegno o un seminario per esprimere la solidarieta'. E poi, la solidarieta' la si esprime nei fatti''. Eppure e' recente la dichiarazione del direttore Iseppi che preannuncia cause civile in seguito alle inchieste giudiziarie in corso. ''Mi pare -commenta in merito Baudo- che stanno licenziando gia' un po' tutti. E chi la fara' dopo la Rai?''.

Sui problemi che sta attraversando il nuovo cda della Rai, il presentatore sottolinea come ''abbia avuto difficolta' ad esprimere un consenso generale, e quando un consiglio di amministrazione si spacca, le conseguenze ricadono su tutta l'azienda, e' chiaro. Io forse avrei fatto consigli giorno e notte pur di trovare l'unita'. Ma non credo che all'interno del cda vi sia un disaccordo di tipo politico''.

Quindi, accompagnato dal suo avvocato, il prof. Siracusano, Pippo Baudo ha lasciato velocemente il palazzo di giustizia. E la gola? ''la gola va bene anche se oggi l'ho caricata un po' troppo, anche se devo dire, il rapporto con il magistrato e' stato sereno e simpatico''.

(Cri/As/Adnkronos)