TERREMOTO: ALTRE SCOSSE NEL REGGIANO, 350 EVACUATI
TERREMOTO: ALTRE SCOSSE NEL REGGIANO, 350 EVACUATI

Reggio Emilia, 17 ott. (Adnkronos) - Continuano le scosse di assestamento in Emilia. Sono gia' piu' di 80, dopo la prima delle 11,56 di ieri l'altro che ha raggiunto il settimo grado della scala Mercalli. Questa mattina la terra ha tremato ancora ed il sismografo e' balzato al quarto grado spaventando la popolazione nel reggiano e nel modenese.

Ai danni del terremoto, che superano i 1.000 mld, si aggiunge il rischio di un peggioramento a causa del maltempo che imperversa. Questa mattina si e' riunita la giunta dell'Emilia Romagna per una riunione straordinaria. A Modena i sindaci dei comuni maggiormente colpiti nella provincia si sono incontrati con il prefetto; ieri e' stato fatto un primo punto sulla situazione in provincia di Reggio Emilia.

Secondo Emilio Sabattini, vice presidente della Regione, e' ancora presto per trarre delle valutazioni precise ma e' inevitabile un sollecito intervento del governo al quale verra' chiesto lo stato di calamita' nazionale, per poter stanziare le prime somme necessarie per gli interventi d'urgenza, evitando cosi' il crollo di strutture lesionate.

A Reggio Emilia la situazione e' piu' grave di quello che si pensava in un primo tempo, con numerose case inagibili nei 14 comuni interessati e bisogna trovare urgentemente una sistemazione adeguata per le 350 persone evacuate che vivono ancora nella paura di nuove scosse.

(Sgz/Zn/Adnkronos)