ENEL: BERSANI, BOLLETTA PIU' LEGGERA RIDUCENDO AGEVOLAZIONI
ENEL: BERSANI, BOLLETTA PIU' LEGGERA RIDUCENDO AGEVOLAZIONI

Roma, 17 ott.(Adnkronos)- Dopo l'abolizione delle quote prezzo tocca alle agevolazioni finora concesse ad alcune categorie. Il ministro dell'Industria Pierluigi Bersani, in una intervista a Panorama, annuncia ulteriori novita' sulla tariffa che dovrebbe alleggerire ancora di piu' la bolletta elettrica delle famiglie. ''Dobbiamo riesaminare il sistema degli incentivi con particolare rifrimento alla produzione di energia rinnovabile e assimilata, come quella solare e eolica'', dice Bersani secondo cui ''alcune agevolazioni non si giustificano piu', garantiremo solo chi ha fatto investimenti''. Secondo il ministro quindi resteranno le agevolazioni per le fonti ''strettamente'' rinnovabili, ''ma il costo dovra' essere sopportato dal bilancio dello Stato'', non gravera' quindi sulla bolletta dei consumatori. Bersani aggiunge anche che l'annosa questione degli oneri nucleari, che invece gravano sulla bolletta, sara' riesaminata dall'Autorita' non appena incomincera' a lavorare.

Sulla privatizzazione dell'Enel il ministro ribadisce che sara' ''piu' completa'' se l'Enel non resta l'acquirente unico dell'energia prodotta, assegnando le nuovi centrali con libera gara. La funzione che piu' di tutte ha probabilita' di rimanere in capo all'Enel e' invece quella del trasporto dell'energia, ma ''l'importante -dice- e' che i concorrenti possano servirsi della trasmissione a parita' di condizioni''. Nessun dubbio infine che debba essere affidata alla concorrenza la distribuzione dell'energia, magari creando societa' miste con le municipalizzate ''man mano che vengono privatizzate''. E sulla Golden Share? ''E' chiaro che la presenza pubblica si affievolira' man mano che verranno meno le condizioni di monopolio. Non sara' un percorso breve'' afferma, sottolineando che comunque si terra' conto della ''massa critica'' di cui ha bisogno l'Enel per competere a livello internazionale.

(Sec/As/Adnkronos)