FINANZIARIA: ESTIMI A +5 PC CON DETRAZIONI PRIMA CASA
FINANZIARIA: ESTIMI A +5 PC CON DETRAZIONI PRIMA CASA
LA COPERTURA, TAGLI SPESA E ALIENAZIONE DIRITTO SUPERFICIE

Roma, 17 ott. (Adnkronos)- Riduzione dell'aumento degli estimi al 5 per cento e maggiori detrazioni per la casa tra le 20.000 e le 30.000 lire con conseguente alleggerimento del taglio ai trasferimenti per i comuni per 700 miliardi. E' questa l'ipotesi ultima messa a punto dalla maggioranza per rendere 'piu' equa' la tassazione sulla casa che aveva sollevato non poche critiche all'interno della stessa coalizione di Governo. La copertura, cui il Tesoro sta ancora lavorando, non verra' da nuove tasse, ma da alcune riduzioni alle autorizzazioni di spesa e dalla possibilita' per i comuni di alienare le case in dirtto di superficie.

L'emendamento, che sara' formalizzato nelle prossime ore, nonostante una lunga mediazione politica non sara' sottoscritto da tutta la maggioranza. Rinnovamento Italiano infatti, ha deciso di presentare in autonomia propri emendamenti a cominciare dalla casa per cui chiede 'l'azzeramento dell'aumento degli estimi'.

La nuova formulazione consente sia di ridurre l'impatto dell'aumento sulla prima casa che di dimezzare quello sugli altri immobili. Mentre da un aumento del 10 per cento infatti sarebbe arrivato un maggior gettito per i comuni di circa 1.400 miliardi, di cui 593 dalle prime case e 807 dalle seconde case, con la nuova formulazione il maggior introito sara' di circa 700 miliardi di cui 296,5 miliardi dalle prime case e 403,5 dagl altri immobili. Considerando anche l'aumento della detrazione per la prima casa che passerebbe dalle attuali 180 mila lire a 200-210 mila lire l'impatto viene ulteriormente ridotto e sostanzialmente ad azzerarsi per tutti i fabbricati con un valore catastale fino a un milione. (segue)

(Tes-Ric/Zn/Adnkronos)