FINANZIARIA: REGIONI, SI A OBIETTIVI GOVERNO, NO AI TAGLI (2)
FINANZIARIA: REGIONI, SI A OBIETTIVI GOVERNO, NO AI TAGLI (2)

(Adnkronos) - Gravissimo poi il quadro finanziario per la sanita': ''il fabbisogno -ha detto- continua ad essere sottostimato e si finge di non vedere che i maggiori oneri del contratto dei dipendenti della sanita' incidono per oltre 1.300 miliardi. Se a cio' si aggiunge il fatto che nessun accordo e' stato ancora raggiunto sul deficit pregresso stimato in circa 20.000 miliardi si delinea un quadro da bancarotta''.

Piu' cauto il presidente della conferenza Giancarlo Mori che ha piu' volte ribadito che le regioni condividono gli obiettivi di risanamento dei conti pubblici: ''le nostre perplessita' -ha sottolineato- riguardano gli strumenti individuati dal Governo. Per questo abbiamo presentato una serie di emendamenti e ci auguriamo che il Governo li accolga. Diversamente valuteremo se ricorrere agli aumenti di imposte che la finanziaria ci concede, la benzina fino a un massimo di 50 lire il litro e l'addizionale sul consumo di gas metano fino 60 lire al metro cubo. Se ricorrere a questi aumenti le regioni lo valuteranno in maniera congiunta. Abbiamo sottolineato al Governo che si tratta comunque di strumenti che andrebbero a incidere sull'inflazione e quindi avrebbero un effetto opposto a quello perseguito dal Governo''.

(Ric/Zn/Adnkronos)