FINANZIARIA: REGIONI, SI A OBIETTIVI GOVERNO, NO AI TAGLI
FINANZIARIA: REGIONI, SI A OBIETTIVI GOVERNO, NO AI TAGLI

Roma 17 ott. (Adnkronos) - Le regioni approvano gli obiettivi di risanamento dei conti pubblici contenuti nella finanziaria, ma criticano i tagli ai loro trasferimenti: al termine della conferenza Stato-Regioni e' stato l'assessore dell'Emilia Romagna Luigi Mariucci e riportare l'insoddisfazione delle Regioni: ''con questa finanziaria -ha detto- molte regioni rischiano la bancarotta. La verita' e' che i tagli sono scaricati sui bilanci delle Regioni che si troveranno costrette o a ridurre i servizi ai cittadini o ad aumentare l'imposizione fiscale''.

Mariucci ha poi sottolineato la necessita' di un'azione verita' sulla finanziaria: ''i tagli a carico delle regioni -ha precisato- sono piu' pesanti di quanto dichiarato dal Governo: ai 630 miliardi di tagli ai trasferiemnti si devono aggiungere altri 124 miliardi per maggiori oneri contributivie 209 miliardi per maggiori oneri contrattuali. Si arriva quindi ad una riduzione effettiva di quasi 1.000 miliardi''. (segue)

(Ric/Zn/Adnkronos)