TESORO: CONTO RIASSUNTIVO
TESORO: CONTO RIASSUNTIVO
SITUAZIONE BANCA D'ITALIA AL 31 AGOSTO 1996

Roma, 17 ott. (Adnkronos) - La Gazzetta Ufficiale pubblica oggi alcuni dati relativi al Conto Riassuntivo del Tesoro al 31 agosto 1996 che sara' pubblicato in supplemento straordinario alla Gazzetta Ufficiale.

Nei primi otto mesi del 1996, la gestione di bilancio ha registrato -informa un comunicato- entrate finali per 343.255 miliardi di lire, contro spese finali per 397.408 miliardi di lire con un saldo netto da finanziare di 54.153 miliardi di lire.

Le operazioni della gestione di tesoreria costituenti fabbisogno hanno comportato un saldo passivo di 15.728 miliardi di lire.

Di conseguenza nel periodo in questione si e' determinato un disavanzo di 69.881 miliardi di lire (dato provvisorio), cui fa riscontro un fabbisogno di 67.295 miliardi di lire dell'analogo periodo dell'esercizio 1995, calcolato nella nuova versione che tiene conto della trasformazione in Spa o in Enti pubblici delle ex Aziende Autonome (Fs, Poste, Anas, Iritel) nonche' della istituzione dell'Inpdap.

Nei primi otto mesi del 1996 le operazioni a medio-lungo termine sull'interno (accensione dei prestiti al netto dei rimborsi) sono ammontate a miliardi di lire 93.814, le operazioni della specie sull'estero hanno comportato introiti netti per 7.690 miliardi di lire, mentre le altre operazioni di tesoreria hanno registrato un decremento di 31.623 miliardi di lire.

Tale decremento -prosegue il comunicato- e' dovuto: ad una diminuzione della circolazione dei Bot per miliardi di lire 11.441 (passata da miliardi di lire 412.014 al 31 dicembre 1995 a miliardi di lire 400.573 al 31 agosto 1996); ad un aumento del credito del Tesoro sul conto disponibilita' presso la Banca d'Italia ai sensi della legge 483/93, per miliardi di lire 16.122 (passato da miliardi di lire 63.204 al 31 dicembre 1995 a miliardi di lire 79.326 al 31 agosto 1996); ad una diminuzione della raccolta postale di 583 miliardi di lire; ad un decremento dei debiti vari (cartelle della Cassa Depositi e Prestiti, fondo ammortamento titoli di Stato e altri conti minori con la Banca d'Italia) per 3.477 miliardi di lire. (segue)

(Com/As/Adnkronos)