FASCISMO: TIMES, ITALIA FRANCIA E SPAGNA A RISCHIO
FASCISMO: TIMES, ITALIA FRANCIA E SPAGNA A RISCHIO

Londra, 17 ott. - (Adnkronos) - Di questi tempi ci sono troppi fascisti, neo-fascisti e quasi-fascisti in giro per l'Europa, e l'Italia, la Francia e la Spagna sono particolarmente a rischio. E' il commento comparso oggi su ''The Times'', a firma di William Rees-Mogg, ex direttore ed autorevole editorialista del quotidiano londinese. ''Ho parlato con Gianfranco Fini -spiega Rees-Mogg-, leader di Alleanza Nazionale, e penso che si tratti di un ex fascista genuino, ma il suo partito indubbiamente attira ancora l'elettorato fascista''. Umberto Bossi, capo della Lega Nord, ha ''caratteristiche fasciste'', ed e' una minaccia per l'unita' italiana. Cresce in Francia il consenso per Jean-Marie Le Pen. Adesso il Partito liberalnazionale di Jorg Haider ha ottenuto il 27,6 per cento dei voti alle elezioni europee austriache, mentre il cancelliere tedesco Helmut Kohl si e' detto profondamente preoccupato. ''Ed ha ragione ad esserlo''.

Secondo Rees-Mogg, nel corso degli ultimi 50 anni per molti e' stato imbarazzante esprimere ammirazione per il fascismo, dato l'orrore che il fascismo europeo ha prodotto negli anni Trenta e Quaranta. Alcuni dei leit-motiv del fascismo sono comunque rimasti popolari: ''se qualcuno nel 1935 avesse chiesto ad un nazista intelligente di difendere Hitler, egli avrebbe parlato della necessita' di una leadership forte, della debolezza e della corruzione delle democrazie, dell'importanza di costruire una forte comunita'. Avrebbe citato il sostegno alle famiglie ed ai giovani, il successo del regime nel ridurre la disoccupazione, il bisogno di difendere lo Stato contro minacce straniere e di riportare la Germania ad essere una nazione leader in Europa, il bisogno di salvare l'Europa dal comunismo sovietico, l'appello a tutti i tedeschi di servire la propria razza ed il proprio leader''. (segue)

(Red/Zn/Adnkronos)