GUATEMALA: RESSA ALLO STADIO, ALMENO 82 MORTI (NUOVO)
GUATEMALA: RESSA ALLO STADIO, ALMENO 82 MORTI (NUOVO)

Citta' del Guatemala/Zurigo/Monaco, 17 ott. (Adnkronos/Dpa)- Tragedia a Citta' del Guatemala: almeno 82 persone, tra cui decine di donne e bambini, sono morte ed altre duecento sono rimaste ferite nella ressa scoppiata in attesa di entrare nello stadio sovraffollato della capitale guatemalteca. Fonti locali hanno riferito che per la partita di qualificazioni ai mondiali del 1998 tra Guatemala e Costarica erano stati venduti 45mila biglietti, sebbene lo Stadio nazionale ''Mateo Flores'' possa accogliere solo 36mila persone. La tragedia si e' verificata quando migliaia di tifosi provvisti di biglietto si sono accalcati agli ingressi dello stadio per tentare di entrare: decine di persone sono state calpestate, molte altre sono morte soffocate.

Accortisi di quanto stava avvenendo, gli addetti alla sicurezza hanno aperto le uscite di emergenza per lasciare entrare la massa di tifosi, prestando le prime cure ai feriti. Nei loro confronti non sono mancate tuttavie le critiche di alcuni testimoni, secondo i quali avrebbero dovuto aprire prima le uscite di sicurezza. La radio ''Corporacion deportiva'' ha riferito che la polizia ha arrestato cinque persone, trovate in possesso di migliaia di biglietti falsi, circostanza questa confermata dal commissario locale della Fifa. Al momento dello scoppio degli incidenti, nello stadio si trovavano anche il presidente del Guatemala, Alvaro Arzu, e quello del Costarica, Jose Maria Figueres. ''Questo e' il momento piu' doloroso della mia presidenza'', ha dichiarato Arzu, che ha proclamato tre giorni di lutto nazionale. (segue)

(Nap/As/Adnkronos)