M.O.: NO ALLA ORIENT HOUSE, DE CHARETTE RESTA A CASA
M.O.: NO ALLA ORIENT HOUSE, DE CHARETTE RESTA A CASA

Parigi, 17 ott. (Adnkronos/Dpa)- Clamorosa protesta di Parigi contro il governo israeliano. Il ministro degli Esteri francese Herve de Charette non accompagnera' il presidente Jacques Chirac nel suo viaggio in Israele a causa dell'opposizione israeliana alla sua visita alla Orient House, la rappresentanza ufficiosa dell'Organizzazione per la liberazione della Palestina (Olp) a Gerusalemme est. Nei giorni scorsi, funzionari del governo israeliano avevano ''avvertito'' Parigi che eventuali visite ufficiali alla Orient House -che lo Stato ebraico minaccia di chiudere per il timore che rappresenti la base per future rivendicazioni palestinesi sulla zona orientale della Citta' Santa- potrebbero mettere a serio rischio la programmata visita a Gerusalemme di Chirac, il cui tour diplomatico in Medio Oriente prendera' il via il prossimo 21 ottobre.

L'escalation della tensione tra Francia ed Israele risale alla primavera scorsa, quando Parigi protesto' duramente contro i bombardamenti israeliani in Libano. In quell'occasione, De Charette vesti' i panni del mediatore tra i due Paesi e si fece promotore di una propria iniziativa diplomatica, parallela a quella dell'Unione Europea e degli Stati Uniti. Il tour in Medio Oriente di tre giorni di Chirac comprende, oltre a Israele, i territori autonomi palestinesi, il Libano, la Giordania, la Siria e l'Egitto. Fonti diplomatiche riferiscono quella nella regione mediorientale e' la missione piu' difficile del presidente dall'inizio del suo mandato.

(Nap/As/Adnkronos)