M.O.: TABA, ''COLLOQUI SERI'' SECONDO LE PARTI
M.O.: TABA, ''COLLOQUI SERI'' SECONDO LE PARTI

Gerusalemme, 17 ott. (Adnkronos/Dpa)- I colloqui di Taba fra israeliani e palestinesi continueranno anche oggi in un clima che entrambe le parti descrivono come ''serio''. I colloqui, slittati per due giorni e partiti ieri sera con grande ritardo sull'ora prevista per consultazioni fra la squadra di negoziatori israeliani e il loro primo ministro Benyamin Netanyhau, sono incentrati sulla questione del ritiro israeliano da Hebron, inizialmente previsto per lo scorso marzo. Secondo le fonti, e' difficile che si giunga ad una intesa prima della fine della settimana, mentre non e' da escludere che l'accordo finale sia sancito da un summit Netanyahu-Arafat.

I negoziati ''vengono condotti in una atmosfera molto seria'' -ha commentato stamane l'inviato americano per il Medio Oriente Dennis Ross, che in questi giorni si era prodigato al massimo per l'apertura dei colloqui. ''Sono ''negoziati seri'' gli ha fatto eco il negoziatore palestinese Hassan Asfour, mentre la sua controparte israeliana, il generale Oren Shahor ha parlato di ''atmosfera positiva''. Tuttavia -come ha detto oggi la radio israeliana- il maggior punto d'attrito continua ad essere la ''zona cuscinetto'' destinata a proteggere i coloni ebraici nella citta' cisgiordana: l'emittente ha citato fonti israeliane secondo le quali sono state presentate nuove proposte e fonti palestinesi che parlano di ''zero progressi'' in materia. (segue)

(Civ/Zn/Adnkronos)