POVERTA': UN UOMO SU CINQUE E' POVERO 'ASSOLUTO' (2)
POVERTA': UN UOMO SU CINQUE E' POVERO 'ASSOLUTO' (2)
LA POVERTA' E' DONNA

(Adnkronos) - Qual e' l'identikit dei ''paria'' dell'umanita'? ''I poveri -scrivono gli esperti dell'Onu- sono virtualmente presenti in ogni paese, ma la schiacciante maggioranza vive nelle nazioni in via di sviluppo'', con la concentrazione piu' forte, nelle aree rurali di Africa e Asia. E le donne sono quelle che pagano di piu': il 70 per cento dei ''poveri assoluti'' appartiene all'altra meta' del cielo, seguita a breve distanza dagli anziani.

Altro capitolo del ''libro della poverta'', la mortalita' infantile. I dati del rapporto Onu sono eloquenti: ''In Africa, i tassi di mortalita' infantile si aggirano attorno a 175 per mille dei nati vivi, in India si avvicinano al 100, mentre nel mondo industrializzato, in Oriente come in Occidente, la media risulta circa del 15 per mille''.

Ma che cosa significa poverta'? Il calcolo viene fatto in base al livello del reddito e della spesa che possono sostenere un tenore di vita minimo; ma vengono anche considerati fattori come la nutrizione, la speranza di vita, l'accesso ad acque potabile e a sistemi fognari, le malattie, l'alfabetizzazione.

''Come livello di reddito -spiegano alle Nazioni Unite- la Banca Mondiale colloca la soglia superiore di poverta' in corrispondenza di un livello di reddito annuo pro capite pari a 370 dollari: coloro che risultano al di sotto di tale spartiacque, sono classificati poveri. E in base a questa definizione, i 'poveri estremi' sono coloro che 'vantano' un reddito annuo al di sotto dei 275 dollari''. Molto meno di un dollaro al giorno: un pacchetto di caramelle in Italia.

(Ccr/Zn/Adnkronos)