RUSSIA: LEBED, ''RITORNERO' PRESTO'' (NUOVO)
RUSSIA: LEBED, ''RITORNERO' PRESTO'' (NUOVO)

Mosca, 17 ott. (Adnkronos)- Alexander Lebed non issa bandiera bianca e promette guerra al presidente Boris Eltsin. ''Tornero' presto sulla scena politica'', ha promesso l'ex Consigliere per la sicurezza nazionale russo in una conferenza stampa tenuta a Mosca due ore dopo l'annuncio della sua destituzione ad opera di un uomo ''vecchio e malato responsabile di gran parte di cio' che avviene'' in Russia. ''Non sono offeso, ho la pelle troppo dura. Non mi rattrista non essere piu' Consigliere per la sicurezza nazionale perche' non sono un burocrate e non so piegarmi di fronte al potere -ha detto un sorridente generale Lebed nella sede dell'agenzia ''Interfax''- Ma sono molto dispiaciuto di avere perso il posto di rappresentante del presidente in Cecenia, dove mi aspetto sviluppi gravi, perche' i ceceni a Mosca si fidano solo di me''.

L'ex numero due del Cremlino ha aggiunto di voler lasciare Mosca ''per qualche giorno'', allo scopo di concedersi un breve periodo di riposo dopo gli ultimi intensi giorni. Ma intende tornare nella capitale gia' lunedi' prossimo, ''per preparare le elezioni'' -una chiara indicazione delle aspettative di Lebed sulla longevita' di Eltsin- elezioni che lo dovrebbero vedere alleato dell'ex capo dei pretoriani del Cremlino, Aleksander Korzhakov, destituito lo scorso 20 giugno su pressione del capo dell'Amministrazione presidenziale, Anatoly Chubais. Ed e' proprio a Chubais che Lebed imputa la sua destituzione: ''e' un reggente, l'eminenza grigia dietro il trono, e gli davo fastidio''. Gli analisti concordano sul fatto che il licenziamento dovrebbe aumentare ulteriormente la gia' grande popolarita' del generale Lebed -l'anima russa predilige il ribelle e chi viene dato per sfavorito- e ricordano che fu proprio dopo l'estromissione di Eltsin ad opera del presidente sovietico Mikhail Gorbaciov che inizio' a brillare la stella di ''Corvo Bianco''.

(Lun/As/Adnkronos)