BICAMERALE: REBUFFA, ELEZIONE DIRETTA ESECUTIVO PUNTO CENTRALE
BICAMERALE: REBUFFA, ELEZIONE DIRETTA ESECUTIVO PUNTO CENTRALE
TRA FINI E BERLUSCONI SOLO SFUMATURE DI TONO

Roma, 17 ott. (Adnkronos) - ''C'e' una sfumatura di tono: Fini e' piu' pessimista, Berlusconi mi e' sembrato ieri alla Camera piu' ottimista''. Cosi' Giorgio Rebuffa, deputato di Forza Italia e docente di Scienze Politiche all'universita' di Genova, commenta i giudizi diversi sulla Bicamerale all'interno del Polo. Solo una questione caratteriale dei due leader? ''Non so, per parte mia sono semplicemente realista, vedo che il terreno e' accidentato e occorre stare attenti a non finire nelle buche. Non mi pare, comunque, che nel Polo salgano indicazioni a votare contro la Bicamerale; non vedo perche' debba nascere un'indicazione pregiudizialmente contraria. Anche se, diciamoci la verita'!, qui la situazione cambia di minuto in minuto''.

Percorso minato, dunque? ''Ritengo che la strada della Bicamerale possa essere percorsa e che ci siano le condizioni per capire bene se viene accettato o no il principio fondamentale di scelta costituzionale che resta l'elezione diretta del vertice dell'esecutivo - afferma Rebuffa - Poi, se questa si inquadra in uno schema di premiership o di presidenzialismo e' questione da vedere nell'insieme delle norme che formeranno il testo. Il punto centrale e' sempre l'elezione diretta del vertice dell'esecutivo''.

(Bon/Zn/Adnkronos)