CC: AN E FEDERALISTI DIFENDONO L'ARMA
CC: AN E FEDERALISTI DIFENDONO L'ARMA

Roma, 17 ott. (Adnkronos) - ''L'allarme lanciato dal comandante dell'Arma dei carabinieri, Federici, fa saltare, forse definitivamente, il tentativo portato avanti dal Pds e da Cgil, Cisl e e Uil di ridimensionare l'Arma dei Carabinieri per cooptarne, attraverso la smilitarizzazione, la direzione 'politica'''. E' quanto si legge in un comunicato dei deputati di An Cola, Fragala', Lo Presti e Simeone, che parla di un ''progetto, piu' volte reso noto dall'allora presidente dell'Antimafia, Luciano Violante, e preparato con la collaborazione di alcuni settori della Polizia di Stato e del maggior sindacato di Polizia, il Siulp, diretto dal pidiessino Roberto Sgalla, prevede, oltre alla smilitarizzazione il passaggio dei Carabinieri, funzionalmente o gerarchicamente, al ministero dell'Interno e la possibilita' di iscrizione degli stessi al sindacato. Bene ha fatto, quindi, il generale Federici a parlare''.

A difesa dei carabinieri si schiera anche Mauro Polli, ex parlamentare dei Federalisti e gia' sottosegretario alla Difesa nel Governo Berlusconi, che definisce ''vergognoso l'ennesimo tentativo di infangare l'Arma dei carabinieri del Pds''. ''Il nostro Paese e' in pericolo -afferma Polli- quelle ai carabinieri sono false accuse con uno scopo principale da parte del Pds, quello di voler piazzare propri uomini ai vertici delle piu' importanti istituzioni militari, senza contare al resto, una strategia da vero e proprio regime totalitario. Al generale Federici va la mia piu' viva solidarieta'''.

(Com/As/Adnkronos)