CC: DOMANI FOLENA DA FEDERICI, CHIARIMENTO DAVANTI A UN CAFFE'
CC: DOMANI FOLENA DA FEDERICI, CHIARIMENTO DAVANTI A UN CAFFE'
''GASPARRI? STANDIAMO UN VELO, ANDREATTA? MEGLIO TARDI CHE MAI...''

Roma, 17 ott. (Adnkronos) - Un chiarimento a quattr'occhi, di fronte ad un caffe'. Il comandante generale dell'Arma dei Carabinieri Luigi Federici, dopo la querelle scoppiata ieri sera, tende la mano. E invita il responsabile giustizia del Pds Pietro Folena ''a bere un caffe'''.

Lo fa ssapere lo stesso Folena che, a Italia Radio, spiega ''con Federici, domani voglio discutere nel merito alcune sue affermazioni. Ad esempio, non penso che competa all'Arma dei Carabinieri dire in che modo debba essere riformato il codice di procedura penale. Sara' compito del Parlamento, quando fara' la riforma, sentire nel merito anche l'opinione dell'Arma''

Folena ribadisce che ''non c'e' nessun 'caso' aperto o chiuso'' e racconta di aver gia' parlato con Federici. ''Ho avuto la netta sensazione che il carattere del suo intervento fosse stato fortemente frainteso nella serata di ieri''. Liquida con una battuta le critiche giunte dal coordinatore dell'esecutivo di An Maurizio Gasparri (''meglio mettere una pietra sopra i penosi otto mesi in cui lui e' stato sottosegretario al Viminale'') e al ministro della Difesa Beniamino Andreatta, che ''ha capito oggi che c'e' malessere nell'Arma'', dice: ''meglio tardi che mai...''.

''Noi -puntualizza Folena- l'avevamo capito da qualche settimana. E lo abbiamo anche detto al ministro Andreatta, in un comunicato la settimana scorsa, di convocare presto i Cocer. Anche Spini lo aveva detto, come presidente della commissione Difesa... Tutti inviti rimasti senza accoglienza. Adesso finalmente Andreatta si e' accorto che c'e' un malessere dell'Arma -ripete- Meglio tardi che mai...''.

(Rgg/Zn/Adnkronos)