MILANO: UN PROGETTO PER LA 'CITTA' STATO'
MILANO: UN PROGETTO PER LA 'CITTA' STATO'

Milano, 17 ott.(AdnKronos)- Guarda ai tedeschi il professor Mario Unnia, sociologo ed esperto di 'previsioni sociopolitiche' che da Milano lancia il progetto per una citta' stato. ''Milano ha bisogno di uno scatto in avanti -spiega il sociologo- per inserirsi davvero nel circuito europeo e mondiale. Il punto di riferimento e' l'esperienza di citta' come Francoforte o dei land autonomi di Berlino, Brema, Amburgo. E se si va' verso una riforma federale, aggiunge Unnia, il miglior punto di riferimento e' la costituzione tedesca''

Unnia che presentera' lunedi, nella capitale lombarda, il nuovo movimento 'Milano Citta' Stato' boccia l'amministrazione leghista della citta': ''abbiamo mandato un amministratore di condominio che non ruba ma non basta. Milano ha bisogno di progetti d'ampio respiro, non di ordinaria manuntenzione. Ha bisogno d'essere 'sventrata' e rimessa in pista. I nostri eventuali candidati alle prossime amministrative - spiega il sociologo - potrebbero presentarsi o con una lista autonoma o con presenze trasversali in altre liste. Chiederebbero un mandato di tre legislature, per garantire la continuita'. Tra di noi comunque -assicura ancora- nessun politico di professione''.

Bocciate anche le proposte seccessionistiche di Bossi: '' All'inizio con Bocca, Spagnol ed altri fui tra quelli che diedero un certo credito a Bossi per delle sue spinte innovative. Ora pero' il progetto della Padania e' assurdo''.

Legato a Segni nelle prime battaglie referendarie Unnia non condivide ora le iniziative per la Costituente : ''seppur molto scettico sui possibili risultati, penso che il primo passo nel dibattito debba esere oggi la Bicamerale''.

(Bdp/As/AdnKronos)