TICKET: PROTESTE CSI PER PAGAMENTO
TICKET: PROTESTE CSI PER PAGAMENTO

Roma 17 ott. - (Adnkronos) - E' veramente grave quanto accaduto con l'accordo collettivo nazionale raggiunto con i medici generici in relazione al pagamento per il rilascio del certificato di idoneita' all'attivita' sportiva. Ancora una volta si penalizza chi ha di meno. Ancora una volta si vanificano gli sforzi degli Enti di Promozione Sportiva dei quali il Csi e' il piu' anziano ed il piu' radicato nel territorio. Ancora una volta dovremo dire ai ''ragazzi del muretto'', ai piu' disagiati, a quelli che ancora vivono in sacche di assolua poverta', a quelli dei quartieri ghetto, a quelli che definiamo a rischio, a quelli che con tanta fatica tentiamo di portare a praticare uno sport che guardi ai valori della vita, che per essere tra i ''normali'' dovranno pagare e dovranno pagare come quelli che hanno possibilita' diverse: Sponsor, Spa, Commercio, Spettacolo, Business. Ancora una volta lo Stato risponde negativamente alle attese dei cittadini.

E' vergognoso che in una societa' che continua a definirsi ''civile'' continuino ad esistere: da una parte l'immagine di una grande disponibilita', di sostegno e premura alla solidarieta', dall'altra, una politica che vanifica tutte le iniziative di promozione umana attraverso lo sport che vengono messe in atto dal Csi come da tanti altri Enti di Promozione Sportiva.

Vogliamo chiedere ai medici di famiglia la massima disponibilita'. Essi, gia' conoscono i loro assistiti per i quali ricevono il dovuto dallo stato. Solo per riempire un modulo di mezza pagina (allegto) dove riportare Cognome e Nome dell'assistito devono percepire una cifra extra??? Ebbene, la scrittura di una ricetta e' molto piu' laboriosa? Vogliamo impegnare anche gli Enti Locali a far essere tutti i cittdini ''normali'' autorizzando le condotte mediche comunali al rilascio dei predetti certificati. Al Ministro della Sanita' ribadiamo forte il nostro No a questo accordo!

(Com/Zn/Adnkronos)