CINEMA: WINONA RYDER, 'DA BAMBINA MI CONSIDERAVANO UN MASCHIO'
CINEMA: WINONA RYDER, 'DA BAMBINA MI CONSIDERAVANO UN MASCHIO'

Los Angeles, 18 ott. (Adnkronos) - L'eta' dell'innocenza non e' durata molto per Winona Ryder, che, quando era piccola, ha imparato a suon di pugni e parolacce la vita. L'attrice ha raccontato di essere stata disprezzata e maltrattata quando aveva dodici anni perche' sembrava un ragazzino. ''Venni picchiata il terzo giorno di scuola perche' tre compagni di scuola pensavano che fossi un ragazzino gay'', ha raccontato la Ryder al giornale ''The Tennessean''.

''Ho avuto sei ferite in testa e una costola fratturata -ha rivelato l'attrice- sono stata scioccata per anni. Io insistevo a dire che ero una ragazza ma gli altri non ci credevano: portavo i capelli corti e i vestiti da uomo, venivo insultata spesso'', ha raccontato la Ryder che in questi giorni e' impegnata negli Stati Uniti nella promozione del film ''The crucible'', tratto da una commedia sul maccartismo.

(Spe/Zn/Adnkronos)