PASOLINI: ESCE CD CON POEMETTI
PASOLINI: ESCE CD CON POEMETTI
LAURA BETTI, LO TRATTANO COME DUCRUET

Milano, 18 Ott. (AdnKronos) ''Ancora oggi molti cercano di appropiarsi dell'immagine di Pasolini creando qualche briciola di scandalo: non lo scandalo vero delle sue idee ma quello per vender i giornali, lo stesso scandalo che si chiede a Ducruet o alla Parietti'' Laura Betti, presidente dell'associazione dedicata al poeta, rievoca con la consueta verve polemica, la figura di Pasolini. L'occasione e' data dalla presentazione del cofanetto che La Bmg Ricordi dedica all'intellettuale -esce domani nei negozi- composto da cinque importanti films e da un cd con i poemetti recitati dallo stesso Pasolini.

'Pasolini era molto libero sul set -ricorda la Betti rievocando il fulmineo esordio registico di 'Acattone'- trattava tutti con molto rispetto, dai tecnici ai carrellisti (suscitando in loro grande stupore). Non era propriamente un regista, non aveva i 'mezzi' tipici del mestiere, ma captava l'elemento poetico delle persone e non sbagliava''.

''La sua presenza e' ancora molto forte - prosegue la Betti- Nelle rassegne a lui dedicate all'estero si formano ancora le code, i giovani vogliono approfondire, studiano con quei films e non gli interessa niente dell'omosessualita' o dello scandalo: malgrado i 'depistaggi' vogliono conoscere, vogliono impossessarsi della conoscenza di Pasolini che per molti di loro, e' un compagno di vita''

'Anche in Italia l' interesse e' alto - riprende la Betti e solo quest'anno sono state una quarantina le tesi a lui dedicate. Ma molti -incalza -cercano ancora, a oltre vent'anni dalla scomparsa, di appropiarsi dell'immagine di Pasolini creando qualche briciola di scandalo. Non lo scandalo vero delle sue idee ma quello per vender i giornali.Lo stesso scandalo che si chiede a Ducruet o alla Parietti'.

Il cofanetto dedicato a Pasolini comprende i film Acattone, La Ricotta, Comizi d'Amore, Ucellacci ed Uccellini ed Edipo Re. I poemetti, registrati dallo stesso autore nel 70, sono Le ceneri di Gramsci, Il canto popolare, La terra di lavoro, La Guinea e la sferzante Meditazione Orale, incentrata sullo 'sprofondare' di Roma stretta tra consumo e ricerca del potere.

(Bdp/As/Adnkronos)