NOMI DI BATTESIMO: LA TV? SUGGERISCE SOLO QUELLI IMPROBABILI
NOMI DI BATTESIMO: LA TV? SUGGERISCE SOLO QUELLI IMPROBABILI
UNA RICERCA RIVELA, ITALIANI TRADIZIONALISTI

Roma, 29 ott. -(Adnkronos)- Nei nomi di battesimo gli italiani sono tra i popoli piu' ''tradizionalisti''. Oltre due terzi di quelli ancora in uso provengono dai secoli scorsi (soprattutto dal Medioevo e dall'Ottocento) mentre quelli ''creati'' negli ultimi decenni sono una quantita' minima, tale da non destare le allarmate preoccupazioni nei linguisti. E' questa la conclusione di una ricerca condotta da Enzo Caffarelli per il nuovo numero della ''Rivista italiana di onomastica'', che nega l'esistenza di una ''catastrofe'' alle soglie dei 2000 causata dalla televisione, che, secondo alcuni esperti, avrebbe provocato l'impoverimento del repertorio dei nomi imposti oggi dai genitori ai neonati.

Secondo le indagini compiute da Caffarelli nelle anagrafi italiane, l'influenza della televisione ha suggerito per ora soltanto nomi rarissimi e improbabili, tratti soprattutto dalle soap-opera: e' il caso di Geiar da ''Dallas'', Suellen da ''Dynasty'' o Ridge e Brooke da ''Beautiful''. In altri casi, i personaggi televisivi, cinematografici, sportivi, hanno operato come semplici testimonial di ''prodotti onomastici'' gia' affermati sul ''mercato'': Raffaella Carra'', ad esempio, ha contribuito per almeno un quindicennio a rilanciare un po' in tutta Italia un nome fino allora localizzato specialmente in Lombardia, mentre Loretta Goggi ha avuto un effetto di trascinamento per almeno cinque anni. E spesso, al contrario, sono stati i nomi dei personaggi della fiction televisiva a imitare la realta' contemporanea.

Agli scrittori Carlo Fruttero e Franco Lucentini, che mesi fa nel loro ''Nuovo libro dei nomi di battesimo'', parlavano di lenta scomparsa dei nomi tradizionali, la ricerca di Caffarelli replica precisando che certe forme spariscono solo provvisoriamente, come dimostra un'analisi storica compiuta a campione sugli elenchi dell'ultimo secolo. Oggi in Italia nascono decine di Anastasia, Biagio, Clio, Corinna, Cosimo, Dafne, Demetrio, Elettra, Eloisa, Enea, Giuditta, Olimpia, Sebastiano, Viola e centinaia di Beatrice, Camilla, Diletta, Emilia, Guglielmo, Jacopo e Tommaso, nomi che il grande pubblico avrebbe definito fino a pochissimi anni fa d'altri tempi.

(Pam/Pn/Adnkronos)