M.O.: PRIMAKOV CRITICA ISRAELE
M.O.: PRIMAKOV CRITICA ISRAELE

Beirut, 29 ott. (Adnkronos/Dpa)- Dopo la Francia, anche la Russia, cosponsor degli Accordi di Madrid del 1991, tenta di rientrare in gioco nel processo di pace in Medio Oriente. Al termine di un incontro a Beirut con l'omologo libanese Fares Boueiz, il ministro degli Esteri russo, Yevgeni Primakov, ha ammonito Israele a rispettare il principio ''terra in cambio della pace'' sancito a Madrid, giudicando ''inaccettabile che si cambi posizione ogni volta che si cambia governo'', un chiaro riferimento alla formula ''pace per la pace'' perorata dal premier israeliano Benyamin Netanyahu.

Primakov, che ha incontrato anche il presidente libanese Elias Hrawi e il premier Rafik Hariri, ha annunciato che la Russia ha presentato una sua formula tesa a riportare sui binari un processo di pace ''che sta incontrando gravi difficolta'''. Una formula sulla quale il ministro degli Esteri di Mosca non ha voluto fornire particolari, ''in attesa di vedere i risultati'', ma che probabilmente si rifa' alla proposta russa di una Madrid II. Reduce dal suo incontro di ieri a Damasco con il presidente siriano Hafez Assad, Primakov ha confermato la richiesta della Russia per il rispetto della Risoluzione 425 delle Nazioni Unite, che prevede il ritiro delle truppe israeliane dal Libano del sud.

(Lun/As/Adnkronos)