SUDAFRICA: SACERDOTE INVITA AGENTI AL PENTIMENTO
SUDAFRICA: SACERDOTE INVITA AGENTI AL PENTIMENTO

Pretoria, 29 ott. -(Adnkronos)- Sacerdote cattolico partecipa alla riconciliazione in Sudafrica ed invita due agenti dell'apartheid al pentimento. Mentre continuano le testimonianze dinanzi alla Commissione Verita' sui crimini dell'apartheid -si legge in un comunicato diffuso oggi dall'ambasciata sudafricana in Italia- il sacerdote Smangaliso Mkhatshwa di Soshanguve, deputato dell'African national congress (Anc) e sottosegretario all'istruzione, ha invitato al pentimento pubblico due suoi ex-persecutori. Si tratta del capitano Jacques Hetcher e del subalterno Paul van Vuuren, due agenti che hanno confessato di aver attentato alla vita del sacerdote, considerato un attivista pericoloso per la sua capacita' di mobilitare i giovani.

I due ex-persecutori si sono detti disposti ad accettare l'invito di padre Mkhatshwa a presentarsi nella sua chiesa, per chiedere pubblicamente perdono alla comunita' parrocchiale. ''Per bocca del loro avvocato difensore -conclude il comunicato- i due hanno fatto sapere di essere animati da un sincero desiderio di riconciliazione, e quindi sono disposti non solo a presentarsi in chiesa, ma anche a discutere della possibilita' di una qualche forma di risarcimento, cosi' come aveva ventilato lo stesso padre Mkhatshwa, quando aveva proposto che si accollassero le spese scolastiche di un figlio delle loro vittime''.

(Ses/Zn/Adnkronos)