BICAMERALE: INTINI, SOLO COSTITUENTE PUO' FARE RIFORME
BICAMERALE: INTINI, SOLO COSTITUENTE PUO' FARE RIFORME
''CI VUOLE IL SISTEMA PROPORZIONALE CORRETTO ALLA TEDESCA''

Roma, 29 ott. -(Adnkronos)- ''Solo un'assemblea costituente eletta col proporzionale puo' fare le riforme costituzionali''. Non ha dubbi, Ugo Intini, per il quale la Bicamerale pone ''un problema di principio e di logica costituzionale elementare. Qualunque professore di diritto costituzionale -aggiunge l'ex portavoce del Psi- puo' spiegare che un Parlamento eletto col maggioritario non rappresenta tutti i cittadini e quindi non puo' fare le riforme costituzioanli''.

Intini, poi, spezza una lancia a favore del sistema elettorale tedesco. E spiega: ''se il sistema bipolare si consolidasse, ci sarebbe poco spazio per un movimento socialista. Ma io credo che il sistema bipolare sia una farsa, che non ci siano due poli, ma due schieramenti rissosi di tanti partiti che si combattono tra di loro''. Insomma, Intini e' convinto che ''il sistema bipolare sia gia' fallito'' e scommette sulla ''disaggregazione dei due poli''.

Per questo, ''bisognera' per forza andare ad un sistema elettorale piu' equo e piu' proporzionale. Non capisco perche' -osserva- si voglia guardare per forza al sistema maggioritario della Gran Gretagna, dove tra poco, se vinceranno i laburisti, ci sara' un referendum che lo mettera' in discussione, e non si voglia guardare alla Germania, che e' il motore dell'Europa, dove un sistema proporzionale corretto funziona benissimo''.

(Rgg/Pn/Adnkronos)