BICAMERALE: MANCINO, PREVALGA L'INTERESSE DEL PAESE
BICAMERALE: MANCINO, PREVALGA L'INTERESSE DEL PAESE
''NON CREDO A GOVERNO LARGHE INTESE''

Roma, 29 ott. (Adnkronos) - La Bicamerale deve diventare ''il luogo di incontro, di scontro o, infine, di mediazione tra le forze politiche, ognuna delle quali deve saper rinunciare ad una parte delle proprie posizioni di partenza, nella consapevolezza che e' il Paese e non i partiti a dover uscire vincitore dal confronto sulle riforme''. Lo ha affermato il presidente del Senato, Nicola Mancino, durante una colazione all'ambasciata di Francia con tutti gli ambasciatori in Italia dei Paesi dell'Unione Europea.

''Per fare le riforme istituzionali -ha detto ancora il presidente dell'Assemblea di palazzo Madama- c'e' bisogno dell'aiuto e della fiducia di tutti''. Il Parlamento quindi ''e' in grado di fare le riforme'', purche' tra le forze politiche prevalga ''l'interesse per il Paese sull'interesse particolare''.

Secondo Mancino ''le riforme non si possono fare a colpi di maggioranza'', tuttavia questo non significa che il processo per le riforme debba essere accompagnato da un governo di larghe intese, ipotesi rispetto alla quale il presidente del Senato si definisce ''scettico. E' una proposta legittima. Ma mi chiedo se, davvero, tra le forze politiche che hanno vinto le elezioni ci sia qualcuno disposto a cambiare maggioranza e governo. Cosi' come se, nello schieramento di opposizione, ci siano forze politiche pronte a rompere l'alleanza elettorale per dare vita ad un esecutivo delle larghe intese. Mentre per le riforme sono necessarie grandi aggregazioni, sui problemi quotidiani di governo, a cominciare da quelli economici, piu' vaste sono le maggioranze, piu' grandi diventano i problemi''.

''Centro-destra e centro-sinistra -ha concluso Mancino- possono trovare un accordo sul rafforzamento delle Istituzioni, e' difficile, che lo trovino, ad esempio, sulla legge finanziaria. Del resto, stiamo andando verso un sistema fondato sull'alternativa. Con le grandi intese il processo verrebbe interrotto''.

(Pol/Zn/Adnkronos)