BICAMERALE: POLO DOPO-D'ALEMA, BERLUSCONI IL PIU' OTTIMISTA (3)
BICAMERALE: POLO DOPO-D'ALEMA, BERLUSCONI IL PIU' OTTIMISTA (3)
FINI, SUL VIOTTOLO E' TEMPESTA MA NON CI SONO MASSI

(Adnkronos)- Per il resto, tutti i leader del Polo hanno usato gli stessi toni, in qualche caso le stesse parole, per stigmatizzare quello che hanno definito ''lo stravolgimento delle funzioni e delle prerogative del Parlamento da parte del governo'' (Berlusconi, Fini e Mastella), per denunciare la ''controriforma autoritaria strisciante del governo'' (Buttiglione) e per giudicare, tutto sommato ''positivo'' l'incontro di oggi con il leader del Pds (Berlusconi e Fini).

Fini, inoltre, ha precisato di aver affrontato con D'Alema anche un'altra questione: quella delle telecomunicazioni. ''Abbiamo ricordato a D'Alema -ha detto il presidente di An- la questione della mancanza totale di rispetto delle regole in Rai, in palese violazione della 'par condicio' (''vedi quello che ha detto oggi l'Usigrai'', ha aggiunto Mastella). Io, personalmente, gli ho anche esposto il problema del ddl governativo, attualmente all'esame del Senato, relativo al riassetto radiotelevisivo, perche' non si puo' stralciare la parte relativa all'autorithy, che e' il primo passo per procedere alla privatizzazione della Stet''.

Il leader di An, in conclusione, ha usato una metafora 'meteorologica' per descrivere la situazione dopo questo vertice: ''Sul viottolo della Bicamerale si stanno addensando nuvole, si stanno abbattendo pioggia e tempeste, ma non ci sono ancora dei massi...''.

(Rao/As/Adnkronos)