BICAMERALE: POLO DOPO-D'ALEMA, BERLUSCONI IL PIU' OTTIMISTA
BICAMERALE: POLO DOPO-D'ALEMA, BERLUSCONI IL PIU' OTTIMISTA
FINI, MA SONO ANCORA MOLTE LE DISTANZE CON IL PDS...

Roma, 29 ott. (Adnkronos)- ''Sulla Bicamerale, nel Polo ci diviamo tra scettici, piu' scettici e meno scettici''. Cosi' qualche tempo fa Pier Ferdinando Casini aveva fotografato le differenze esistenti all'interno del centro-destra in materia di riforme. Oggi, al termine dell'incontro con Massimo D'Alema, i leader del Polo, nel corso di una conferenza stampa, hanno dimostrato che la situazione non e' cambiata. Alcune differenze restano, con Silvio Berlusconi che mantiene il 'primato' dell'ottimismo.

Due, in particolare le questioni sulle quali i leader del Polo hanno manifestato una differenza di toni: la richiesta di rinviare la discussione sulla Bicamerale a dopo l'approvazione della finanziaria ed il merito delle riforme istituzionali.

Il Polo ha chiesto a D'Alema di far cambiare l'atteggiamento del governo nella discussione della finanziaria, questo significa che se il governo non mutera' rotta, il Polo non votera' la Bicamerale? A questa domanda Clemente Mastella ha risposto immediatamente: ''Certo'', mentre Silvio Berlusconi ha smorzato i toni: ''Non si puo' porre la questione in termini cosi' categorici'', ha detto il leader del Polo, che ha aggiunto: ''Certo, non si puo' pretendere dall'opposizione di far approvare la commissione Bicamerale se il governo non riporta un clima sereno in Parlamento''. (segue)

(Rao/As/Adnkronos)