SOCIALISTI: LA SFIDA DI INTINI, 20 MILA ISCRITTI IN UN MESE
SOCIALISTI: LA SFIDA DI INTINI, 20 MILA ISCRITTI IN UN MESE
''NUOVO PARTITO 'BENEDETTO' DA CRAXI, 'COSA 2' NON CI INTERESSA''

Roma, 29 ott. -(Adnkronos)- Quando il 30 novembre si svolgera' il primo congresso, gli iscritti al nuovo Partito Socialista saranno almeno 20 mila. E' la sfida che lancia Ugo Intini, ex portavoce del Psi, che oggi a Roma, ha riunito gli stati maggiori del movimento ''extraparlamentare'' nella conferenza programmatica promossa per gettare le basi della nuova formazione politica. In sala, un centinaio di partecipanti, tra cui Margherita Boniver, Enrico Manca, Giusi La Ganga, Antonio Ghirelli, Paris Dell'Unto, Gianni De Michelis. A meta' mattinata arriva anche Bobo Craxi, per portare un saluto.

Sono tutti compatti nel bocciare l'ipotesi della 'Cosa 2' di Massimo D'Alema. ''Non siamo interessati a questo progetto'', dice Intini, che aggiunge: ''ne pensiamo malissimo e non ci crediamo neanche un po'. I socialisti sono interessati a costruire il loro partito. Poi discuteranno e dialogheranno con tutti. Anche con D'Alema, e con il massimo rispetto. Ma non si lasceranno assorbire nel partito ex comunista''.

Intini da' voce alla ''grande volonta' di ricostituire il partito superando la diaspora e unificando tutti gli spezzoni disgregati. Naturalmente -sottolinea- non andiamo a costuire un partitino chiuso in se stesso. L'obiettivo e' dar vita ad un partito provvisorio, decentrato e aperto innanzitutto a tutti i socialisti della diaspora. Si tratta di un passaggio verso l'unita' socialista''.

E il movimento, sottolinea Intini, ''riparte con la benedizione di Craxi e di tutti i socialisti che hanno dedicato la loro vita all'attivita' politica''. Intini rivendica l'era craxiana: ''il partito guidato da Craxi -afferma- e' stato il partito, per quasi vent'anni, dell'autonomia socialista. Se cancelassimo i vent'anni piu' recenti della nostra storia non ci saremmo piu'''. (segue)

(Rgg/Pn/Adnkronos)