STATO SOCIALE: SALVI, NON CONFONDERE WELFARE E PENSIONI
STATO SOCIALE: SALVI, NON CONFONDERE WELFARE E PENSIONI
''LA QUESTIONE POSTA DA VELTRONI NON VA TRAVISATA''

Roma, 29 ott. (Adnkronos)- ''La questione posta da Veltroni al convegno di Capri non deve essere travisata''. Lo afferma in una nota il capogruppo della Sd al Senato Cesare Salvi. ''Veltroni -aggiunge- ha parlato di riforma del welfare, mentre da piu' parti si chiede l'anticipo della verifica della riforma previdenziale al fine di avvicinare i parametri di Maastricht. Sono due cose completamente diverse''.

''Non e' affatto vero -prosegue Salvi- che in Italia vi sia un eccesso della spesa sociale, che e' anzi al di sotto della media europea. Inoltre, registriamo un forte avanzo primario. Non c'e' quindi alcuna ragione strutturale per tagliare la quantita' della spesa sociale. Bisogna invece operare per redistribuire questa spesa, privilegiando settori oggi trascurati (dalla scuola al reddito minimo garantito) ed eliminando irrazionalita' e inefficienze. Se vi sono risorse da ricavare dalla spesa sociale, esse vanno destinate a questo fine e non impiegate per ridurre lo stock del debito pubblico''.

''La confusione che sta emergendo nel dibattito di questi giorni tra i due temi (parametri di Maastricht e riforma del welfare) -conclude Salvi- e' culturalmente sbagliata e politicamente nociva. Discutiamo entrambi, ma nella chiarezza''.

(Pol/Gs/Adnkronos)