RAIDUE: PALCOSCENICO, ''PENSACI GIACOMINO'' (2)
RAIDUE: PALCOSCENICO, ''PENSACI GIACOMINO'' (2)
AMORE E PREGIUDIZIO

(Adnkronos) - ''Pensaci Giacomino'', come altre commedie di Pirandello, e' tratta da una novella che apparve sul ''Corriere della sera'' del 23 febbraio 1910 e suscito' un grande scandalo. All'epoca anche Pirandello, come il protagonista Agostino Toti, era un professore; insegnava Letteratura Italiana al Magistero di Roma e, subito, i piu' maligni sottolinearono la possibilita' di un risvolto autobiografico nella storia del vecchio professore e della giovanissima protagonista.

Fu Angelo Musco a sollecitare Pirandello perche' da quella storia, struggente piu' che scandalosa, nascesse una commedia. Il 10 luglio del 1916 ''Pensaci Giacomino'' ottenne un successo trionfale a Roma nella versione siciliana. Pirandello la tradusse, subito dopo, in italiano facendone il cavallo di battaglia di grandi attori come Sergio Tofano, Salvo Randone ed Ernesto Calindri.

La storia e' quella del vecchio professor Tori che sposa una ragazza incinta, Lillina, per salvarla dal disonore e garantirle una vita decorosa conla sua protezione e il suo affetto paterno. Sotto gli occhi curiosi e offesi della citta' le consente anche di continuare a incontrarsi col suo innamorato e aiuta infine la coppia a superare lo smarrimento e la rottura che l'opinione pubblica pretende. (segue)

(Com/Zn/Adnkronos)