RAIDUE: PALCOSCENICO, ''PENSACI GIACOMINO'' (3)
RAIDUE: PALCOSCENICO, ''PENSACI GIACOMINO'' (3)

(Adnkronos) - Allora era un'opera provocatoria, anticonformista, per molti scandalosa, e Pirandello gia' sottolineava con molta fermezza, alcuni dei motivi che avrebbero accompagnato la sua ricerca: il conflitto fra societa' e individuo, fra il ''ruolo'' e la ''persona'', che il professore riconosce e fa esplodere.

Col passare dei decenni, sia nell'interpretazione che Calindri diede al professore nel '70 al Teatro San Babila di Milano sia, e forse soprattutto, in quella attuale, e'e mersa sempre di piu' la staordinaria sensibilita' del personaggio unita e quella caparbia determinazione che gli viene da una convinzione interiore. Il contrasto fra la fragilita' della vecchiaia e la forza della sua sfida sono espresse da Calindri in modo superbo. E anche gli altri interpreti lo aiutano, con il tono misurato delle loro grettezze, a far risaltare la tragedia e l'umorismo della situazione. (segue)

(Com/Zn/Adnkronos)