RAIDUE: PALCOSCENICO, ''PENSACI GIACOMINO'' (5)
RAIDUE: PALCOSCENICO, ''PENSACI GIACOMINO'' (5)
LA TV DIVENTA TEATRO

(Adnkronos) - ''Nel luglio del 1916 Pirandello scriveva al figlio: ''la commedia Pensaci Giacomino! ha avuto una serie di repliche con esito felicissimo e correra' certa la penisola trionfalmente...''.

Oggi, con la televisione, quel ''correre la penisola'' fa parte del quotidiano anche per il teatro. Teatro e Tv, un rapporto difficile con momenti alterni. A me preme sottolineare le difficolta' che si incontrano nel portare il ''fatto teatrale'' in Tv. C'e' chi vede la ripresa televisiva come una ''menomazione'' dello spettacolo teatrale e pensa che l'unica via d'uscita, per minimizzare il danno, sia di usare la ripresa diretta cosi' come si fa per un qualsiasi evento sportivo e non. Sono di tutt'altra opinione. Se il teatro vuole ritornare in televisione deve inventare un prodotto televisivo, deve usare a pieno il linguaggio narrativo che gli e' proprio: piani riavvicinati, campi e controcampi, piani sequenza ed ogni altro espediente che permetta di attrarre l'interesse del telespettatore. (segue)

(Com/Zn/Adnkronos)