TAX DAY 2: SANGALLI, NON MANTENUTE PROMESSE ELETTORALI
TAX DAY 2: SANGALLI, NON MANTENUTE PROMESSE ELETTORALI

Milano, 4 nov. (Adnkronos) - ''Le promesse preelettorali non si sono ancora concretizzate. Il governo aumenta la pressione fiscale e riduce il potere di acquisto dei cittadini. Questa finanziaria aumenta la pressione fiscale dell'1 per cento''. Lo ha affermato il presidente dell'Unione Commercianti di Milano, Carlo Sangalli, nel suo intervento in occasione del 'tax day 2'. All'incontro che si e' tenuto davanti a molte centinaia di commercianti hanno partecipato una trentina di parlamentari eletti in Lombardia. Tra essi Silvio Berlusconi, Achille Serra e Tiziana Maiolo di Forza Italia, Ignazio La Russa e Riccardo De Corato di An, Nando Dalla Chiesa, Michele Salvati e Marco Fumagalli dell'Ulivo.

Il presidente dei commercianti milanesi ha poi elencato le richieste della sua categoria in materia di finanziaria: ''chiediamo una norma che stabilisca che l'Irep non possa superare, per i primi cinque anni, l'ammontare dei tributi. Bisogna escludere la casa di abitazione dall'Irpef, prevedere la neutralita' fiscale in caso di trasferimento delle imprese da padre a figlio, sia per donazione che per causa di morte. Chiediamo anche di abbattere dal 19 al 4 per cento l'Iva sulla manutenzione ordinaria degli immobili non di lusso e di non reintrodurre la imposta di soggiorno''. (segue)

(Dra/Gs/Adnkronos)