AMBIENTE: DDL RIFIUTI, A RISCHIO 200MILA POSTO DI LAVORO
AMBIENTE: DDL RIFIUTI, A RISCHIO 200MILA POSTO DI LAVORO
LA DENUNCIA DI GERARDINI (SD), STASERA LA CAMERA DECIDE

Roma, 6 nov. (Adnkronos) - All'Aula di Montecitorio l'ultima parola sul rischio di vuoto legislativo per il versante rifiuti. Il ddl, presentato dalla Commissione Ambiente del Senato e che fa salvi gli effetti dei passati decreti sui residui ed in piu' proroga tali effetti fino all'entrata in vigore del decreto legislativo Ronchi sui rifiuti, verra' discusso questa sera alla Camera. Il provvedimento, gia' approvato dalla Commissione Ambiente del Senato, infatti, non ha seguito la via delle sede deliberante in Commissione Ambiente della Camera dove, per l'opposizione di Polo e Lega, e' stato discusso solo in sede referente questa mattina alle ore 8,30.

''Sono fiducioso che il testo sara' approvato cosi' com'e' dall'Aula'' ha dichiarato all'Adnkronos l'on. Franco Gerardini, relatore del ddl alla Commissione Ambiente della Camera. ''Imprevedibili'' invece per l'esponente di sinistra democratica, le conseguenze di una bocciatura in Aula del testo. Bocciatura che aprirebbe cosi' un ''pericoloso'' vuoto legislativo. ''Se il testo dovesse essere bocciato -ha concluso Gerardini- circa 50-60 mila imprese rischierebbero di trovarsi fuori legge e la meta' di queste potrebbe trovarsi costretta a chiudere i battenti, con l'ulteriore conseguenza di far saltare da 200 a 250 mila posti di lavoro''.

(Ada/Gs/Adnkronos)