CALABRIA: LEGAMBIENTE, CROTONE DIVENTI AREA PILOTA
CALABRIA: LEGAMBIENTE, CROTONE DIVENTI AREA PILOTA

Crotone, 6 nov. (Adnkronos) - Legambiente, impegnata in questi giorni in tutta Italia con la campagna ''Salvalarte'', intervenendo sulla situazione di Crotone, a poco meno di un mese dall'alluvione, propone alla citta' di diventare una ''area-pilota'' dove lavorare alla salvaguardia del patrimonio storico-culturale, ma anche dell'ambiente.

Secondo Legambiente, Crotone puo' diventare un centro dove sperimentare nuove tecniche di intervento. Il programma di interventi riguarda, in particolare, il tempio di Hera Lacinia, il parco archeologico antistante l'ex stabilimento della Montedison, le aree archeologiche urbane, il recupero del centro storico, la riserva marina di Isola Capo Rizzuto, la foce del Neto ed il risanamento del fiume Esaro e del suo bacino.

Per quanto concerne l'alluvione del 14 ottobre scorso, si legge in un comunicato, Legambiente propone una ''verifica prioritaria delle condizioni di sicurezza dell'alveo dell'Esaro, con una individuazione delle localizzazioni degli insediamenti umani compatibili con tali accertamenti. I fondi assegnati -conclude la nota- non devono essere utilizzati, con eventuali colpi di spugna urbanistici, per la ricostruzione delle abitazioni, magari abusive, e delle attivita' produttive, realizzate sugli argini del fiume o in aree degradate marginali ai grossi insediamenti industriali, come Gabelluccia, Gesu', ma per riqualificare le migliaia di abitazioni fortemente fatiscenti esistenti in citta' e per incentivare la nascita di attivita' produttive in tutti gli altri comuni della provincia''.

(Nsp/Pe/Adnkronos)