CARITAS: VII CONFERENZA NAZIONALE OBIETTORI
CARITAS: VII CONFERENZA NAZIONALE OBIETTORI

Roma, 6 nov. (Adnkronos) - Circa duemila obiettori in rappresentanza dei quasi cinquemila giovani attualmente in servizio in 186 Caritas Diocesane, il prossimo 9 novembre torneranno a riunirsi a Roma, dopo 14 anni. Era infatti il 12 giugno 1982 quando, all'Augustinianum di Roma, si svolse la prima Conferenza nazionale, indetta dalla Caritas Italiana e da quattro organismi giovanili (Azione Cattolica, Acli, Agesci, Comunione e Liberazione), sul tema ''Servizio civile come scelta di pace''. Ad essa hanno fatto seguito quelle di Milano (1986), Assisi (1990), Napoli (1992) e Firenze (1994).

Ma veniamo all'appuntamento di quest'anno, il tema scelto, ''L'Italia ripudia la guerra. Cinquant'anni di democrazia per un futuro di pace'' e' un invito a riflettere sui valori della democrazia, della pace e della solidarieta' su cui si fonda la nostra carta costituzionale, proprio a mezzo secolo dalla fondazione dello stato repubblicano. Ma non mancheranno certamente i riferimenti all'attualita' piu' vicina al mondo dell'obiezione e del servizio civile. Una realta', questa, in profonda evoluzione sia dal punto di vista quantitativo (sono stati quasi 45.000 i giovani che l'anno scorso hanno presentato domanda di obiezione), sia dal punto di vista delle motivazioni (rifiuto di entrare in caserna, ''difendere la patria'' con la nonviolenza, camminare a fianco dei deboli e degli esclusi). (segue)

(Com/As/Adnkronos)