FUMO E PUBBLICITA': CODACONS, INDAGINE SULLA F1 IN TV
FUMO E PUBBLICITA': CODACONS, INDAGINE SULLA F1 IN TV

Roma, 6 nov. (Adnkronos) - Un'indagine della Guardia di Finanza sulle trasmissioni televisive sulla Formula Uno di automobilismo, che contengono la pubblicita' (vietata) delle sigarette e' stata chiesta dal Codacons. L'associazione per la difesa degli utenti e dei consumatori ha anche denunciato, per rifiuto di atti d'ufficio, i prefetti di Roma e di Milano, ''avendoli piu' volte invitati a provvedere, al fine di far rispettare il divieto di legge''.

Secondo il Codacons, infatti, ''la legge viene violata per l'omissione di intervento da parte dei prefetti'', gia' diffidati. Da parte loro, i prefetti avrebbero risposto al Codacons che ''non sembrano sussistere spazi di intervento preventivi''; un assunto che, secondo quanto scrive l'associazione, sarebbe derivato ''da una fonte del ministero dell'Interno di cui non si conoscono gli estremi. I prefetti, cioe', ritengono di poter fare solo la contravvenzione prevista dalla legge, se e quando gliene facciano rapporto gli organi di polizia addetti''.

Ma il Codacons dubita: ''Sembra strano che gli sia stato dato solo questo potere, se l'ordinamento gli attribuisce anche quello di aver cura dell'osservanza delle leggi e dei regolamenti dello Stato. Per queste presunte omissioni, abbiamo denunciato il tutto ai magistrati penali, dai quali aspettiamo che avviino le indagini a carico dei prefetti di Roma e di Milano; e abbiamo chiesto alla Guardia di Finanza di contestare alle emittenti l'avvenuta violazione del divieto e di far rapporto ai prefetti, i quali sono tenuti a irrogare la relativa sanzione''.

(Sin/Pe/Adnkronos)