INFARTO: ANTICOLESTEROLO PUO' ESSERE ANTI-ISCHEMICO
INFARTO: ANTICOLESTEROLO PUO' ESSERE ANTI-ISCHEMICO

Napoli, 6 nov. (Adnkronos/Adnkronos salute) - L'azione benefica dei farmaci ipocolesterolemizzanti potrebbe derivare non solo dal loro effetto sull'aterosclerosi, ma anche da un effetto anti-ischemico. E' quanto suggerisce uno studio realizzato da ricercatori dell'universita' di Napoli con la simvastatina e pubblicato sull'American Journal of Cardiology.

Il piccolo studio, condotto su 22 pazienti anginosi con ipercolesterolemia leggera e moderata, e' stato di breve durata: 12 settimane, troppo breve per osservare l'impatto sulla progressione dell'aterosclerosi.

L'elettrocardiogramma da sforzo ha mostrato che i pazienti trattati con simvastatina avevano avuto in quattro settimane un miglioramento del picco dello sforzo e della soglia ischemica, miglioramento ancora presente dopo 12 settimane, mentre con il placebo non era stato osservato nessun miglioramento.

I pazienti erano gia' in trattamento con anti-ischemici: nitrati, calcio-antagonisti, beta-bloccanti.

L'equipe dell'Universita' di Napoli, ritiene che tale proprieta' anti-ischemica della simvastatina migliorerebbe il flusso coronarico e la capacita' vasodilatatrice in risposta allo sforzo.

(Sal/Gs/Adnkronos)