LA SPEZIA: FLORIANI, INDAGATO ''PER NON AVER FATTO FOTOCOPIE'' (3)
LA SPEZIA: FLORIANI, INDAGATO ''PER NON AVER FATTO FOTOCOPIE'' (3)

(Adnkronos) - L'ex capitano ha parlato anche di ''clamorosa violazione del segreto istruttorio'' per quanto lo riguarda. ''Mentre era in corso la perquisizione presso il mio ufficio che si e' protratta dalle 17,30 alle 23,30, durante la quale mi veniva notificata l'informazione di garanzia, alle 18 le redazioni di telegiornali e di alcuni giornali telefonavano presso la mia abitazione per interviste proprio in ordine all'informazione di garanzia e sull'esito della perquisizione''. Perquisizione, che si e' conclusa con il sequestro di alcuni documenti, ''che -ha sottolineato- nulla hanno a che vedere con l'ipotesi di reato contenuto nell'avviso''.

Quanto ai rapporti che avrebbe avuto con Francesco Pacini Battaglia e ai motivi che lo portarono al congedo dal Corpo di Guardia di Finanza il 31 dicembre 1995, dopo che ''gia' da un anno -ha sottolineato- avevo lasciato Milano, Floriani non ha voluto rispondere a nessuna domanda. ''Non intendo dire nulla -ha ripetuto- parlero' prima con i giudici e poi, se lo riterro' opportuno e soprattutto se questo non costituira' una violazione del segreto istruttorio, lo faro' con la stampa''. Del maggiore dei Carabinieri Francesco D'Agostino invece si e' limitato a precisare di ''non averlo mai conosciuto, ne' di avergli mai parlato o scritto''. Laconico Floriani anche su Antonio Di Pietro. ''Dopo aver lasciato Milano -ha spiegato- non l'ho piu' visto. Il mio rapporto con lui non e' significativo''.

(Iac/Pe/Adnkronos)