MILANO: TENTATO SUICIDIO IN TRIBUNALE
MILANO: TENTATO SUICIDIO IN TRIBUNALE

Milano, 6 nov. (Adnkronos) - Questo pomeriggio nell'aula della quarta sezione del Tribunale di Milano, E.S., 34 anni, accusato di estorsione, ha tentato di suicidarsi tagliandosi le vene del braccio sinistro con una lametta che era riuscito a nascondere ai controlli delle forze dell'Ordine. L'uomo, detenuto a San Vittore, prima di tentare il suicidio ha urlato: ''non voglio tornare in carcere''. Nel processo l'uomo e' accusato di estorsione per aver ripetutamente picchiato, tre volte la settimana per tre anni, inservienti e cassieri di un grande magazzino per non pagare la spesa. Il pubblico ministero Daniela Isaia ha valutato in circa 50 milioni il totale di merce rubata dall'imputato.

Quando ha tentato il suicidio E.S. si trovava all'interno della gabbia destinata agli imputati ed e' stato immediatamente soccorso dai Carabinieri presenti che lo hanno trasportato in ospedale. Secondo il legale dell'uomo questi soffriva da tempo di turbe psichiche e gia' in carcere, dove si trova da aprile, aveva tentato il suicidio. L'uomo comunque e' fuori pericolo.

(Dra/Pe/Adnkronos)