VOLONTARIATO INTERNAZIONALE: PRESTO UNA ''CARTA DEI DIRITTI'' (2)
VOLONTARIATO INTERNAZIONALE: PRESTO UNA ''CARTA DEI DIRITTI'' (2)
JAHIER, UNA CRISI NORMATIVA SENZA PRECENDENTI

(Adnkronos) - ''Nel nostro paese si puo' affermare che l'impegno italiano nella cooperazione e' nato dal volontariato -ha detto il presidente della Focsiv, Luca Jahier- Il volontariato internazionale di questi 30 anni, infatti, si puo' riassumere in una realta' organizzata ed articolata che ha fornito competenze e capacita' di intervento a molti paesi dal mondo. Sono stati oltre 15 mila i volontari italiani che per due anni hanno prestato servizio in diverse migliaia di programmi di sviluppo.

''In questa pluridecennale esperienza -ha detto ancora Jahier- gli organismi di volontariato hanno concretamente messo le basi per quell'approccio allo sviluppo umano che rappresenta per il nostro paese uno dei piu' importanti canali di cooperazione diretta tra i popoli. Un volontariato che e' divenuto, cosi', una componente a pieno titolo della cooperazione italiana ed un soggetto credibile di politica estera.

''Molti paesi ed organizzazioni internazionali riconoscono sempre di piu' l'importanza della risorsa dei volontari -ha aggiunto il presidente- nel nostro paese, invece, si vive da troppo tempo una crisi senza precedenti del quadro normativo di riferimento che ha finito col penalizzare in modo crescente le diverse centinaia di persone che ogni anno manifestano la loro disponibilita'. (segue)

(Zad/Gs/Adnkronos)