VOLONTARIATO INTERNAZIONALE: PRESTO UNA ''CARTA DEI DIRITTI''
VOLONTARIATO INTERNAZIONALE: PRESTO UNA ''CARTA DEI DIRITTI''

Roma, 6 nov. (Adnkronos) - Una ''Carta dei diritti e dei doveri per i volontari all'estero'', una sorta di statuto, e' la proposta piu' importante emersa oggi durante il seminario ''Il volontariato internazionale in Europa'', organizzato a Roma dalla Federazione Organismi Cristiani Servizio Internazionale Volontario (Focsiv) con il patrocinio della Presidenza del Consiglio dei Ministri.

''L'esigenza che venga conferita ai volontari italiani impegnati all'estero, nel quadro di iniziative di cooperazione e di solidarieta', una piu' adeguata posizione giuridica -ha detto nel suo intervento il prof. Sergio Marchisio, docente di Diritto Internazionale all'Universita' di Perugia- e' oramai una consapevolezza acquisita. Il fenomeno del volontariato ha assunto negli ultimi tempi un particolare sviluppo al quale non e' corrisposto un parellelo sviluppo normativo.

''E' giunto, dunque, il momento di soddisfare le aspettative di tutela e di valorizzazione che questo fenomeno esige. Per dare corpo e consistenza a tale aspettiva -ha detto ancora il prof. Marchisio- e' necessario creare una legislazione ad hoc sul volontariato internazionale che individui l'autorita' pubblica di riferimento e le sue competenze. Da piu' parti, inoltre, si chiede che venga realizzata, in accordo con la Comunita' Europea, una Carta dei diritti e dei doveri comune a tutto il volontarito internazionale in Europa. La richiesta di questa Carta ha gia' trovato molti consensi non solo in Italia, ma anche all'estero e, per questo motivo, ci auguriamo di poter al piu' presto presentare una bozza ufficiale del progetto''. (segue)

(Zad/Gs/Adnkronos)