METALMECCANICI: IL GOVERNO CHIEDE RIPRESA TRATTATIVA (2)
METALMECCANICI: IL GOVERNO CHIEDE RIPRESA TRATTATIVA (2)
D'ANTONI, E' IL PRIMO PASSO VERSO LA MEDIAZIONE

(Adnkronos) - L'iniziativa presa oggi dal Governo (alla riunione, oltre al presidente del Consiglio, hanno preso parte anche Walter Veltroni, Tiziano Treu ed Enrico Micheli), spiega il leader della Cisl Sergio D'Antoni, e' in pratica il primo passo di una possibile mediazione tra le parti: ' si tratta -afferma- di avviare un chiarimento sulla corretta applicazione dell'accordo di luglio. Se sindacati e Federmeccanica non ce la faranno da soli, il governo sara' chiamato a fare qualcosa di piu' di quanto ha fatto oggi''.

Secondo D'Antoni, inoltre, sarebbe ''utile'', ai fini del contratto dei metalmeccanici, una revisione al ribasso del tetto di inflazione programmata: ''ormai -dice- l'inflazione scende costantemente da tre mesi, e tutti gli esperti confermano che questo trend e' ormai consolidato. Quindi, si puo' scommettere anche su una inflazione piu' bassa di quella che era stata programmata. Oggi abbiamo iniziato a discuterne. Ma tutto e' finalizzato a vedere come va la trattativa dei metalmeccanici''.

I sindacati non prendono nemmeno in considerazione l'ipotesi che la Federmeccanica, che proprio oggi ha riconfermato la 'linea dura' nei confronti del contratto, possa rispondere 'picche' all'invito del Governo. ''Si presume che in un paese civile nessuno risponda 'chissenefrega' alle richieste del Governo'', precisa il leader della Uil Pietro Larizza. E Sergio Cofferati aggiunge che ''Le parti -precisa Cofferati- sono libere di comportarsi come credono. Se qualcuno decidesse di rifiutare l'invito del Governo, se ne assumera' la responsabilita' e le conseguenze''. E in attesa che la Federmeccanica recepisca l'invito di Prodi e si riapra il tavolo negoziale, resta confermato lo sciopero del 22 novembre, che portera' a Roma 150 mila 'tute blu'.

(Nnz/Gs/Adnkronos)