STET: BECCHETTI (FI), FUSIONE UN PESSIMO SEGNALE
STET: BECCHETTI (FI), FUSIONE UN PESSIMO SEGNALE

Roma, 12 nov. (Adnkronos)- La fusione Stet-Telecom e' un ''pessimo segnale per la liberalizzazione e la privatizzazione dell'assetto pubblico delle telecomunicazioni''. Lo sostiene Paolo Becchetti, vicepresidente della commissione Trasporti, Poste e Telecomunicazioni della Camera, di Forza Italia.

Becchetti, in una nota, riconosce che la fusione ''tampona in qualche modo il problema dell'indebitamento dell'Iri'', ma sostiene che ''il fatto che dopo la fusione il pacchetto azionario sia posseduto dal Tesoro comportera' complicati ed oscuri giochi di architettura societaria, con possibili gravi ripercussioni su quella parte minoritaria della proprieta' azionaria di Stet, Telecom, Tim ecc. in mano a soggetti ed investitori privati. Sara' dunque necessaria -conclude- la massima vigilanza da parte del Parlamento e certamente la commissione Trasporti fara' la sua parte''.

(Sec/As/Adnkronos)