STET: CGIL CISL E UIL, UNA DECISIONE POSITIVA
STET: CGIL CISL E UIL, UNA DECISIONE POSITIVA

Roma, 12 nov.(Adnkronos)- Cgil Cisl e Uil approvano la decisione di 'fondere' Stet e Telecom. A margine dell'incontro con il governo per il contratto dei metalmeccanici, i leader delle tre confederazioni hanno espresso valutazioni positive riguardo all'iniziativa annunciata ieri dal ministro del Tesoro.

''Credo sia naturale che le attivita' dell'Iri vengano allocate diversamente -dichiara il segretario della Cgil Sergio Cofferati- ora si tratta di dare all'Istituto un ruolo diverso. L'Iri dovra' insomma cambiare natura, e operare nel rilancio del territorio e nelle infrastrutture, soprattutto al Sud''.

Secondo Sergio D'Antoni ''si tratta di una giusta soluzione, anche se non si capisce ancora come si inquadra da un punto di vista finanziario. Certo e' una soluzione che ci consente di uscire dalla querelle europea sull'Iri. Resta pero' ancora tutto aperto il problema delle privatizzazioni e delle politiche industriali''. Infine, Pietro Larizza, segretario della Uil, sottolinea che ''se Ciampi ha proposto questa soluzione evidentemente ha fatto bene i suoi conti. La fusione tra Stet e Telecom -osserva- e' in realta' un 'ritorno a casa': una volta Stet era infatti sinonimo di telefonia. Non e' il 'figliol prodigo' che torna, ma lo Zio d'America ricco, che va ad arricchire un bene amministrato dal Tesoro''.

(Bib/As/Adnkronos)