CUCINA: PRODI TESTIMONIAL IDEALE DEI NOSTRI PIATTI ALL'ESTERO
CUCINA: PRODI TESTIMONIAL IDEALE DEI NOSTRI PIATTI ALL'ESTERO

Milano, 26 nov. (Adnkronos) - Romano Prodi sarebbe il testimonial ideale della nostra cucina nel mondo. Questa l'opinione del 20 per cento dei Vip italiani interpellati in occasione dell'edizione '77 della 'Guida ai ristoranti d'Italia', edita dalla Rizzoli per conto dell'Accademia Italiana della Cucina, presentata oggi a Milano.

Secondo i 100 vip italiani interpellati -manager e dirigenti d'impresa, imprenditori, liberi professionisti, uomini e donne del mondo dello sport e dello spettacolo- al secondo posto di questa singolare 'classifica' Alessandro Cecchi Paone, con il 15 pc delle preferenze, seguito a ruota dal sindaco di Roma Francesco Rutelli (13 pc), da Luciano Pavarotti (11 pc) e Diego Abatantuono (9 pc).

I vip italiani inoltre, secondo quanto emerge dal sondaggio, amano mangiare al ristorante (il 38 pc vi si reca infatti almeno tre volte alla settimana) e gradiscono i buoni piatti come le trenette al pesto (preferite dal 17 pc degli intervistati), il risotto al tartufo bianco (15 pc) e le linguette di astice (12 pc). Non vengono tuttavia disdegnati piatti piu' popolari come ad esempio i bucatini alla amatriciana (5 pc) ed i tortelli di zucca al burro e salvia (5 pc).

Ad una cosa pero' gli italiani sembrano non voler rinunciare, nemmeno quando si recano all'estero, magari portandosene un pezzetto in valigia, ed e' il Grana Padano (19 pc), il prosciutto crudo San Daniele (17 pc), un vasetto di sugo al pomodoro (16 pc) ed il caffe' (13 pc). Nei loro frequenti viaggi all'estero, i vip nostrani hanno tuttavia avuto modo di apprezzare la cucina italiana soprattutto negli Stati Uniti (nel 26 pc dei casi), in Belgio (16 pc), in Australia (14 pc) ed in Argentina (10 pc), mentre solo il 4 pc ritiene che in Francia la cucina italiana sia trattata come si deve.

(Ros/Gs/Adnkronos)