I FATTI DEL GIORNO. 2/A EDIZIONE: L'ESTERO
I FATTI DEL GIORNO. 2/A EDIZIONE: L'ESTERO

Gerusalemme. Si inaspriscono i toni della tensione fra Israele e palestinesi. Impegnato in un tour degli insediamenti in Cisgiordania, il primo ministro israeliano Benyamin Netanyahu ha dichiarato che Israele continuera' ad espandere gli insediamenti ebraici e fara' di tutto per mantenerli per sempre. A quanto riferisce il quotidiano ''Jerusalem Post'', i militari israeliani hanno intanto rafforzato le proprie posizioni attorno all'insediamento di Netzarim, nella striscia di Gaza, bloccato domenica per un ora da una manifestazione di automobilisti palestinesi. ''E' meglio che Yasser Arafat e l'autorita' palestinese pensino seriamente se vogliono proseguire sulla strada della pace o ritornare alla violenza'' -ha detto Netanyahu- Israele non negoziera' di fronte alla violenza o le minacce''.

Parigi. Qualche spiraglio nella vertenza in Francia che contrappone i camionisti al governo francese. Il quinto round negoziale si e' concluso in maattinata, e il mediatore governativo, Robert Cros, ha detto che sono stati compiuti ''progressi significativi''. Secondo i sindacati, tuttavia, ''le questioni piu' importanti devono ancora essere affrontate''. (segue)

(Sin/Zn/Adnkronos)