MEDICI: TOMASSINI (FI), ABOLIAMO ESAME IDONEITA'
MEDICI: TOMASSINI (FI), ABOLIAMO ESAME IDONEITA'

Roma, 26 nov. -(Adnkronos/Adnkronos Salute)- Gli esami di idoneita' per la dirigenza richiesti ai medici vanno aboliti: all'interno del settore pubblico rappresentano una discriminante nei confronti dei soli medici. E' quanto sostiene Antonio Tomassini, senatore di Forza Italia, presentando un disegno di legge ed il relativo emendamento alla Finanziaria.

Gli unici requisiti indispensabili per l'accesso al secondo livello dirigenziale resterebbero la laurea, l'iscrizione all'albo e un'anzianita', variabile dai 5 ai 7 anni, a seconda che il medico-dirigente sia o meno in possesso della specializzazione nella disciplina corrispondente.''Secondo i nostri calcoli -fa sapere Tomassini- con l'abolizione degli esami si potrebbero risparmiare dai 30 ai 40 miliardi di spesa''.

In questi giorni sono circa 30mila gli operatori sanitari del Servizio Sanitario Nazionale che stanno presentando la domanda per un esame nazionale di idoneita' che, dice Tomassini, non rappresenta una reale idoneita' pratica ed e' di dubbia utilita'. Ed ancora: ''Circolano dappertutto quiz gia' fatti, sono uno scandalo i corsi organizzati da ex dipendenti del Ministero della sanita' dove i docenti sono dipendenti del ministero (ossia in servizio presso quella stessa amministrazione che fissa le regole e che direttamente gestisce le prove ndr). Perche' questi funzionari fanno il doppio lavoro -domanda polemicamente Tomassini- quando per i medici si parla di incompatibilita' tra pubblico e privato?''. (segue)

(Pag/Zn/Adnkronos)