MOSTRE: IL VIAGGIO IN ITALIA DI WARHOL TRASLOCA A TORINO (3)
MOSTRE: IL VIAGGIO IN ITALIA DI WARHOL TRASLOCA A TORINO (3)

(Adnkronos) - Warhol non condivide e non gode della sacralita' dei grandi monumenti del passato, ne' in fine dei conti e' affascinato dai tesori della nostra terra. Rispetto all'Italia, la sua e' piuttosto una divertita fascinazione per tutto cio' che e' esotico, primitivo e per il gioco di contraddizioni che vivifica la nostra cultura. L'Italia e' per lui un fenomeno incomprensibile: una sintesi particolarissima di passato e di presente, di alto e di basso, in cui si mischiano Leonardo e Sofia Loren, l'alta moda e le lambrette.

E da viaggiatore disattento, come egli stesso si dichiara, si interessa soprattutto alla superficie e alla dialettica piu' elementare delle cose. Cio' non impedisce pero', che la sua opera abbia enorme fortuna nel nostro paese: una fortuna per molti versi assai superiore a quella incontrata negli altri paesi d'Europa. Ecco perche' le opere di Warhol, presenti nei musei e nelle collezioni private italiane, sono molto spesso di altissimo livello. In alcuni casi poi, la figura dell'artista statunitense si e' legata strettamente con la storia di collezionisti, celebri mercanti d'arte e galleristi per anni suoi veri e propri sostenitori in Italia e all'estero.

(Com/Gs/Adnkronos)