CUBA: 15 ANNI PER FUGA GIOCATORI DI BASEBALL
CUBA: 15 ANNI PER FUGA GIOCATORI DI BASEBALL

L'Avana, 26 nov. -(Adnkronos/Dpa)- Quindici anni di carcere e' la condanna inflitta dai giudici dell'Avana nei confronti di un cittadino americano di origini cubane, residente in Venezuela, accusato di aver favorito la fuga dall'isola caraibica di almeno cinque giocatori di baseball. Secondo il quotidiano governativo ''Granma'', durante il processo sarebbe stato infatti dimostrato che Juan Ignacio Hernandez Nodar favori' ''direttamente e ripetutamente'' l'uscita clandestina da Cuba di almeno cinque atleti: una ''missione'' svolta per conto del ''trafficante'' Joe Cubas, un procuratore accusato a sua volta di corrompere i giocatori di baseball dell'isola per convincerli alla fuga.

L'Istituto nazionale degli Sport di Cuba (Inder) dal canto suo ha precisato che Hernandez Nodar -incarcerato il 13 agosto scorso- e' stato colto in flagrante durante una partita del Campionato mondiale giovanile di baseball, nello stadio di Sancti Spiritus mentre ''si dava da fare a captare atleti''. In quell'occasione, a causa della loro ''condotta sleale'', erano stati anche sospesi definitivamente da qualsiasi competizione tre giocatori. Secondo l'''Inder'', gli atleti -accusati di avere stretti legami con il ''corruttore''- avevano accettato, dietro il pagamento di somme di denaro, la proposta di fuggire da Cuba.

(Red/Pn/Adnkronos)